Azienda Italia

Luca Cordero di Montezemolo ha detto che è finito il tempo del “one man show”. E ha aggiunto: “Sento il dovere di fare qualcosa per il mio Paese”. A questo punto Silvio Berlusconi dovrebbe chiedergli i diritti d’autore per l’ultima frase, ma paradossalmente è evidente come Montezemolo ce l’abbia proprio con il Cavaliere, sulla falsa riga del presidente della Camera che qualche giorno fa ha consigliato di diffidare di chi dice “ghe pensi mì”.

Due indizi non fanno una prova e a pensar male si fa peccato, ma Gianfranco Fini ha trovato finalmente il nuovo padrino per essere svezzato: Berlusconi nel 1994, Luca Cordero di Montezemolo nel 2010. D’altra parte, è o non è uomo d’immagine il presidente della Ferrari? Si è fatto pure una propria linea ferroviaria, quindi è l’emblema del libero mercato, del principio di concorrenza, della meritocrazia: la sua firma al manifesto d’ottobre che nessuno si è filato, dovrebbe stare sopra a quelle di tutti gli altri. Gianfranco escluso ovviamente.

E poi, finalmente, un uomo che rappresenti le istituzioni e i poteri che contano in Italia. L’aziendalismo di stato ormai è ufficiale.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...