Ma è tonto?

Dalla Corea del Sud Silvio Berlusconi dice a Fini di sfidarlo pubblicamente in Parlamento e di sfiduciarlo. E per tutta risposta il presidente della Camera che dice? “La fa troppo semplice”. Ora i casi sono due: o Fini è tonto o lo è due volte. E’ quanto mai surreale che uno strenuo difensore della democrazia e della coscienza politica, che ha fatto paternali sul suo ruolo super partes sancito da padri fondatori della repubblica italiana, si metta a fare nemmeno si sa quale gioco.

Anche perché, a stretto giro da battuta, arriva il fedelissimo Italo Bocchino che pronostica: il Cavaliere si dimetta e poi si vedrà. Chi è il più irresponsabile tra i due (Fini e Bocchino) è difficile intuirlo, probabilmente il primo per la sedia che occupa e che non vuole mollare dal momento che gli dà credito istituzionale. A sforzarsi nel chiamarlo credito.

Il prode Gianfranco appartiene di diritto al gruppo “Armiamoci e partite”, ben attento a non macchiarsi di sangue così un giorno, in futuro, potrà nuovamente ribaltare il suo passato facendo finta di niente. Uno sport molto praticato dai codardi.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...