Statalisti

Si dice che il 67% degli italiani sia a favore dell’eutanasia o almeno in questo modo si cerca di giustificare lo spot australiano dove un malato terminale chiede che gli venga staccata la spina. Sarà, ma quel 67% non deve tener conto della classe politica italiana. Che siamo agli sgoccioli del governo e della maggioranza così come uscita dalle urne lo capisce anche un bambino di tre anni: è il resto che è incomprensibile.

I dissidenti finiani mandano messaggi indiretti: oggi, per esempio, invitano il ministro Bondi a dimettersi per il crollo di Pompei, quando potrebbero benissimo presentare in Parlamento (loro che nel Parlamento vedono la casa della democrazia italiana) un documento di sfiducia. Non lo fanno, piuttosto minacciano di votare sì a quello formulato dal Partito democratico. Forse Pierluigi Bersani ne ha azzeccata una, quando si è messo a parlare di triste gioco del cerino.

Di fronte all’ingovernabilità di quello che rimane di questa legislatura, non rimarrebbe che tornare a votare perché gli italiani (ai quali appartiene la sovranità così come espresso nella costituzione, custode della democrazia a detta di tutti) decidano sul da farsi. Invece, si gioca al politichese, si è tornati indietro di trent’anni e passa. E’ questa la vera inclinazione dell’ennesimo gruppo di statalisti all’opera.

1 Commento

Archiviato in Politica

Una risposta a “Statalisti

  1. Pingback: Azienda Italia « mondopiccolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...