Fallimento

Funziona che ti chiamano a fare il lavoro sporco: insegnare a vincere a gente che dal ’66 non sa cosa significhi quel verbo. Il problema è dettare le condizioni, senza dubbio, altrimenti si concretizza il rischio di dover far coabitare due giocatori identici, che si pestano i piedi, a scapito di tutto il resto. I presupposti per far bene ci sono, i numeri dicono che tutto è fattibile: si tratta solo di convertire la teorica alla pratica e dimostrare che la matematica è logica, non opinione.  E quindi si vince facile? No, beh. Perché poi ci sono gli avversari: sia quelli che ti vengono incontro sia quelli che alle tue spalle pregano per poter fingere di darti una pacca sulla spalla ed invece fanno il gesto dell’ombrello? Ah sì? Tipo? Beh, tipo quello che voleva il tuo posto no, da capitano della truppa ecco. Certo, certo, ma almeno se vinci sta quieto anche lui. Insomma, mica è certo: può cominciare a rompere le scatole, insinuando cose che non vanno e organizzando la fronda per i tempi di magra. Addirittura? Addirittura, sarà per invidia o sarà per altro, ma funziona così. Però, mica pensavo potesse arrivare a questo punto Gianfranco. Gianfranco chi? Gianfranco Fini, no? Mica di lui si sta parlando? Ma chi se ne frega di Fini, qua si parlava di Capello. Ah…

Lascia un commento

Archiviato in Politica, Sport

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...