Alto tradimento

I ragazzi di Generazione Italia lavorano, si danno da fare, si impegnano e la cosa non può che fare piacere. Oggi se la prendono, giustamente, con la promessa berlusconiana di una rivoluzione liberale mai compiuta, come da copione. Il Cavaliere non è né Reagan né la Thatcher, mentre le pressione fiscale nel nostro Paese è pari a quella di tredici anni fa, oltre il 43% del Pil. Dati incontrovertibili.

I ragazzi di Generazione Italia ripropongono, saggiamente, le parole di Antonio Martino e Marcello Pera che sottolineano le disillusioni. Ma concludono male: “La Rivoluzione liberale è stata tradita. Dopo 16 anni, è giusto che qualcun altro sventoli quella bandiera. Chiunque esso sia”. Certo, come no? Chiunque esso sia, meglio se l’ipotetico precursore di una nuova destra moderna ed europeista, come Gianfranco Fini: non lo diciamo per spirito polemico, ma perché da un gruppo che sostiene il presidente della Camera, sarebbe illogico aspettarsi l’investitura di un Casini o un D’Alema, no?

E allora si faccia pure avanti il buon Gianfranco, che quando affronta il tema economia si intuisce subito come non possa essere il destinatario del passaggio di consegne sull’eterna incompiuta, la Rivoluzione liberale. Già uno che parla di “economia sociale di mercato” pare fuori luogo: ma questa è l’Italia, dove al posto di una rivoluzione in molti si accontentano di un botto di mortaretti.

2 commenti

Archiviato in Politica

2 risposte a “Alto tradimento

  1. …testina, il senso era: “Gianfranco diventa te il leader di riferimento, oppure ci pensa qualcun altro”.

  2. d.ma.

    Appunto: i mortaretti al posto della rivoluzione. Tè capì?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...