Se è solo questione di iPad

Il problema del giornalismo italiano sono, al di là dei giornalisti, gli editori. Gente che si bulla di avere un quotidiano, una rivista o una televisione in mano, senza badare poi all’accuratezza del prodotto perché quello è un altro paio di maniche. Banche, fondazioni e società che da una parte chiedono libertà imprenditoriale (sacrosanta), dall’altra allargano le tasche per i finanziamenti dallo stato.

Qui tutto ruota, dicono, attorno alle nuove tecnologie: più ce ne sono, più si vende. E così scatta la corsa alla versione dei giornali per l’iPad, l’ultimo prodotto di casa Apple. All’estero, invece, ci sono programmi come questi grazie ai quali il lettore, di fronte allo schermo del suo computer, può comodamente sfogliare il giornale. Da noi, in compenso, il Corriere.it sul telefonino diventa a pagamento: tanto vale spulciare sul sito dell’Ansa, tanto gli articoli si assomigliano tremendamente.

Lascia un commento

Archiviato in (new)media

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...