I comuni fan cassa, ai cittadini la portano via

La questione della sicurezza, prima che politica, dovrebbe essere quantomeno amministrativa. Capita infatti che nel Basso Lodigiano da qualche settimana i topi di appartamento sono particolarmente attivi. Stanno passando in rassegna i piccoli comuni della zona, infilandosi nelle case e nei bar. Settimana scorsa, a Castiglione d’Adda, un uomo ha scoperto i ladri nella sua abitazione nel pieno della notte, intenti a cercare le chiavi della Bmw X3 parcheggiata in giardino.

Oggi i sindaci della zona si lamentano perché non ci sarebbero abbastanza fondi per tentare di arginare il fenomeno. Che non è nuovo, dato che ciclicamente si ripete: ma questa volta sembra molto più accentuato. Non ci sono soldi, quindi. Ma ci sono le strutture: tra polizia municipale, provinciale e caserme dei carabinieri, la Bassa non è lasciata a se stessa. A Codogno, Casalpusterlengo, Cavenago, Castiglione, Maleo e Castelnuovo Bocca d’Adda sorgono alcune centrali della Benemerita, alle quali si aggiungono le forze dell’ordine locali, grande risorsa dei comuni della zona che li spediscono in lungo e in largo a mettere multe, armati di autovelox.

Di giorno le gazzelle dei carabinieri in perlustrazione sono cosa rara. Di notte vanno in letargo. Eppure l’area da tenere sott’occhio non è così estesa, basterebbe unire gli intenti tra le amministrazioni interessate dalle serie di furti per cominciare a porvi un rimedio. Invece salta fuori che i vigili, nel solo capoluogo, hanno raccolto un tesoretto di un milione di euro dalle contravvenzioni.

O la cassa o la vita. Tanto sono entrambe dei cittadini.

Annunci

2 commenti

Archiviato in attualità, Politica

2 risposte a “I comuni fan cassa, ai cittadini la portano via

  1. Giò

    3 carabinieri in servizio devono controllare solo Castiglione d’Adda, Terranova, Camairago, Bertonico, neanche 1 per paese. Ci sono paesi nella bassa dove i carabinieri sono obbligati a pattugliare a piedi per mancanza di fondi, in una zona dove ci sono tante cascine e abitazioni isolate qua e la.

    Il Finale poi non lo capisco, cosa centra il fatto che nel Comune di Lodi, i Vigili Urbani hanno raccolto 1 milione di euro in contravvenzioni nell’anno 2008? A il collegamento che non trovo con il resto dell’articolo, non capisco a che serva questo dato in se. I Vigili danno le multe se gli automobilisti non rispettano le regole, non è che fanno le multe per prendere soldi, purtroppo in Italia c’è il brutto vizio di voler mercanteggiare anche con il rispetto della legge. Se sbagli paghi. Il dato mi pare solo dica che a Lodi c’è molta gente che non rispetta le regole e fortunatamente i Vigili fanno quello che possono per punire i contravventori.

    • d.ma.

      I vigili danni le multe non solo perché ci sono automobilisti che non rispettano il codice stradale, ma anche perché così i comuni fanno cassa. L’ammissione arriva dagli stessi vigili che compilano in diversi casi dei verbali colmi di errori. Roba che uno potrebbe benissimo impugnarli, solo che la burocrazia è dalla parte dell’esattore e quindi bisogna prepararsi psicologicamente. A dimostrazione del fatto, i vigili mancano di quella elasticità mentale che altro non è che il buon senso, di modo che in un buco di mille abitanti, dove tutti si conoscono e “si nasano”, se anche provi a spiegare loro che hai lasciato la macchina in divieto di sosta perché sei sceso a prendere una roba al volo dal panettiere in piazza, a loro non frega nulla. Tac: beccati la multa.
      Salvo poi vedere la macchine della polizia locale che fanno lo stesso, ma sai, a loro non puoi mica rinfacciarlo.
      In merito alla prima parte forse non mi sono spiegato bene: con l’organizzazione tra le istituzioni interessate, si potrebbe far quadrato e riuscire a superare i problemi. Ma ogni campanile vuole far da sé, quindi…
      Ps: io di carabinieri in perlustrazione pedibus calcantibus non ne ho mai visti. Ecco, ma forse sbaglio ancora una volta io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...