Impopolari? Chi se ne frega

La matematica non sarà pure un’opinione, ma l’economia sì. Non ce ne intendiamo un granché, ma proviamo a ragionar di logica. Girano dei menagramo che prospettano una brutta fine per l’Italia, come in Grecia per intenderci. Intanto il governo ha finalmente deciso di prendere di petto la questione del taglio della spesa pubblica o, molto più semplicemente, ha appreso l’arte dei nostri vecchi: pochi sghei? Tiriamo la cinghia.

Nei momenti di sacrifici, c’è sempre chi batte i pungi sul tavolo perché vuole una doppia porzione di pappa, ma anche se alcune misure prese dall’esecutivo saranno impopolari, chi se ne frega. L’importante è tenere a galla la baracca. Alcuni italiani forse non si ricordano più come si faccia, a tirare la cinghia: che non significa mangiare pane ed acqua e trascorrere l’estate negli appartamenti di città. Quello lasciamo che lo dica Bersani.

Cut, cut, cut

Il Chancellor del governo di David Cameron, George Osborne, quest’oggi rivelerà i dettagli del piano economico che prevede un taglio della spesa pari a 6.2 miliardi di sterline. Il Deputy Prime Minister, il liberaldemocratico Nick Clegg, ieri aveva detto che alcune delle misure prese in considerazione scontenteranno molti cittadini.

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...