Lasciatelo dov’è

C’è un sicuro sconfitto dalle elezioni britanniche che hanno determinato l’hung Parliament: non è né il sistema elettorale, né il bipolarismo, ma soltanto Nick Clegg con il suo partito dei liberaldemocratici. Ha toppato alla grande, mentre i media lo incensavano e conquistava cuori anche in Italia. Lui stesso ha ammesso che quella delle elezioni è stata una “disappointing night”: i lib dem si sono fermati a 57 seggi, lasciandone cinque sul campo rispetto al 2005.

Poi va a finire che viene investito del ruolo di kingmaker perché il suo magro bottino diventa fondamentale per ottenere una maggioranza abbastanza consolidata nella House of Commons. Il primo a lanciargli segnali è stato il Primo ministro Gordon Brown, poi ci ha pensato il leader dei Tories, David Cameron, con il quale sono già state avviate le trattative. Salvo accorgersi che l’87% dell’elettorato conservatore preferirebbe un minority Government piuttosto che una coalizione gialloblu.

Non a caso, Clegg ha perso. Quindi lasciatelo dov’è oppure sarebbe come se da noi Berlusconi tirasse a bordo Rutelli e Tabacci. Non ne vale la pena.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...