Cameron si sporca le mani, ma nemmeno troppo

Dopo due settimane di intensa campagna elettorale, David Cameron ha deciso di prendere in seria considerazione i liberaldemocratici di Nick Clegg e ha inaugurato una sette giorni intesa a recuperare più voti possibili tra i britannici che sono rimasti colpiti dal terzo incomodo di queste General Election. Per farlo, è tornato a calcare su alcuni temi che ha stressato dal 2005 a questa parte: ambiente e diritti civili.

Già durante il dibattito televisivo andato in onda giovedì su Sky News, il leader dei Tories aveva rimarcato come il colore del suo nuovo partito non fosse più soltanto il blu, ma anche il verde a testimoniare il green heart che Cameron si porta dietro anche quando si reca a Westminster in bicicletta. “Vote Blue, Go Green!” è uno degli slogan maggiormente ripetuti. Ed oggi se n’è aggiunto un secondo: “If you want a government with liberal values, vote Conservatives”.

I più duri e puri del partito conservatore probabilmente si stanno turando il naso, ma non si tratta di un’uscita a sorpresa per un leader che nel dicembre 2006 fece chiaramente intendere di preferire a Margareth Thathcer la very left columnist del Guardian Polly Toynbee.

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...