Quella volta di Travaglio alla Cattolica

Come il nostro non accetti domande, nemmeno dai tanti studenti accorsi per pendere dalle sue labbra.

Che Marco Travaglio gradisca non avere confronti, è un dato di fatto. Tanto che non appena qualcuno prova soltanto ad interromperlo, perde quell’aplomb che si porta dietro ogni volta che si ritrova di fronte alla telecamera, in piedi, con il moleskine tra le mani e via che, tutto d’un fiato, ci racconta la sua storia della settimana.

Questo è il suo modus operandi e, piaccia o meno, non ha alcuna intenzione di cambiarlo. Il 29 ottobre del 2008 di presentò all’Università Cattolica di Milano per recitare un altro dei suoi monologhi. Grande folla ad ascoltarlo, tanto che gli organizzatori dovettero cambiare aula all’ultimo minuto per ospitare tutti. Travaglio, dopo essere stato introdotto, ha preso in mano il microfono e nessuno ha più potuto fiatare (…).

Continua su Notapolitica.it

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...