Il Soviet di Bersani all’opera in Emilia

da Notapolitica.it

Nel Partito democratico emiliano c’è del malumore. Colpa di alcune decisioni prese dal neosegretario, di origine piacentina, Pierluigi Bersani. Solo pochi giorni fa, a gamba tesa sulla nuova gestione era intervenuto Gianfranco Pasquino, politologo e tra i fondatori del Pd, che su Italia Oggi ha definito il partito «lento e per niente eccitante, ancora senza identità».

«A parte Ivan Scalfarotto, che proprio non capisco in base a che criterio sia stato premiato», osservava Pasquino, «gli incarichi a Rosi Bindi, Marina Sereni e Enrico Letta erano del tutto prevedibili e non lasciano presagire alcun cambio di passo. Ma il vero scandalo è stato l’aver nominato in blocco la direzione nazionale: un’operazione che neanche il Soviet supremo avrebbe fatto». Un Soviet. Parolone grosso. O semplicemente azzeccato perché Bersani pare seriamente intenzionato a mettere in atto quanto affermato nel corso della campagna elettorale per le primarie: no al partito liquido e senza tessere, sì al sistema bocciofila. E così capita che abbia (ri)imposto Vasco Errani come candidato del Pd alle Regionali in Emilia.

Errani ha già vinto nel 1999, è stato confermato nel 2004 ed è così pronto a presentarsi una terza volta come presidente. Una legge ad hoc è pronta, nero su bianco. A Bologna sta quindi andando in scena uno spettacolo simile a quello in programma a Milano, dove Roberto Formigoni è pronto a correre per la terza volta per la sedia di governatore della Lombardia a nome del Pdl. A creare mal di pancia è la posizione inamovibile di Bersani perché, fanno sapere dagli ambienti democratici emiliani, le alternative ci sono, eccome.

In particolare si guarda ad un assessore importante nell’attuale giunta regionale, Giovanni Bissoni, che si occupa di Sanità. Ma l’ex ministro non ha alcuna intenzione di cambiare opinione a riguardo. Errani è il candidato unico, altri nomi non sono ammessi. I vertici del Pd devono dunque prestare molta attenzione alle loro parole: se dovessero fare polemica per le scelte del centrodestra in Lombardia, qualcuno potrebbe far loro presente di guardare a casa propria.

1 Commento

Archiviato in Politica

Una risposta a “Il Soviet di Bersani all’opera in Emilia

  1. Pingback: Notizie dai blog su [Politica] Illegittimi restano (Wittgenstein)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...