Donna Miriam

E’ la politica, bellezza. Un affare di carte, incontri – scontri, riunioni, vertici e donne. Come quelle di cui ama circondarsi il buon Silvio Berlusconi. Le ha sempre inseguite e cercate, trovandone a differenza di molti. Ne ha così tante – dicono – che ormai è costretto a candidarle alle Europee o – dicono ancora i più maligni – a nominarle ministre.

Ma sopra tutte loro vige donna Miriam, meglio conosciuta come Veronica Lario, la relegata di Villa Macherio. I due divoriziano e pare che stia per finire il mondo. D’un tratto la crisi e la febbre porcella sono passate in secondo piano per lasciare posto alle confessioni di lei ad agenzie e Repubblica e quelle di lui al Corriere, con tanto di firma di f. de. b., leggi Ferruccio de Bortoli.

Si penta lui, no si penta lei. Pentiamoci tutti e facciamo la pace. Non questa volta, che qui ci sono di mezzo i tanti soldini che il Cavaliere ha messo da parte con le sue attività di imprenditore e poi ci sono i figli con le bocche da sfamare. Il voto a giugno? E chi lo sa, magari il soldatino Dario Franceschini ce ne guadagna. Certo ci smeniamo noi che non siamo puritani, anzi conosciamo i meccanismi della politica. In Gran Bretagna e Stati Uniti va ancora peggio. Là sono volate pure le teste dei ministri quali Profumo, ricordate?

Ora però torniamo a fare le persone serie. Perché noi, che non siamo puritani e ci ricordiamo bene come funzionano le cose fuori da queste Paese, pretendiamo pure che la gente che governa si rimetta il più presto possibile a lavorare. Come accade in ogni decente nazione.

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...