Si chiude il sipario

Arriva la primavera e Alleanza nazionale si dà appuntamento a Roma per celebrare la sua fine. Ma nessun de profundis, il fatto che An entri nel Popolo della libertà è soltanto la logica conseguenza di un lungo percorso.

Fini ha detto ai suoi che non saranno una corrente nella nuova formazione, ormai prossima a nascere ufficialmente. An non muore, semplicemente si trasforma e il suo aiuto nel Pdl sarà fondamentale, sempre che le teste si mettano a ragionare seriamente, perché non si sa mai con la classe politica italiana.

Forza Italia è un non partito, non si misura al suo interno con diverse posizioni perché alla fine, quello che conta, è Silvio Berlusconi che mette a posto le cose e che fa circolare l’aria. An viene da una lunga tradizione, ha dovuto superare una lunga fase della nostra politica, ha saputo scrollarsi di dosso il marchio del fascismo. E non è un caso che, in queste settimane che hanno preceduto il congresso del fine settimana, sia tornata ad emergere l’identità di questo partito. Talvolta con troppi accenni ad un passato che non può tornare – leggi i video di Giorgio Almirante su internet -, ma dovuti alla semplice convinzione che An non è Forza Italia e il travaglio è più doloroso.

Gianfranco Fini, l’ideatore di questo vagare, parlerà domenica e solo allora si avranno chiari anche gli ultimi dubbi. Ultimamente tira le orecchie al governo che è un piacere, ma deve essere ormai una sorta di virus che colpisce chi va a fare il presidente della Camera. Tant’è, non è presumibile attendersi qualche colpo di scena.

Alleanza nazionale dovrebbe portare un po’ di organizzazione, di senso di appartenenza che vada al di là delle tessere e delle cariche, elementi che spesso tra gli azzurri berluscones hanno sottolineato i limiti del partito del Cavaliere. Bisognerà scendere a patti, non c’è dubbio.

Ma il sipario, volenti o no, si chiude. E senza troppi clamori, scompare la fiamma, che ci ricordiamo bene essere stata al centro nel solo del simbolo prima del Movimento sociale e poi di An, ma di lunghi – ed inutili – dibattiti.

Ciò che è stato, è stato. Ora è il momento di mettersi al passo con i tempi, con buona pace dei nostalgici che non hanno trovato il coraggio di abbandonare la barca prima che entrasse in porto.

2 commenti

Archiviato in Politica

2 risposte a “Si chiude il sipario

  1. Pingback: Aggregatore dei principali feed » Blog Archive » Si chiude il sipario

  2. giacomo vitucci

    una vergogna sono solo dei servi del potere votavo an ma adesso cambio non sono antifascista sono la parte sbagliata e mi sento italiano e non voglio piu immigrati w l’italia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...