Lacrime democratiche di coccodrillo

Ei fu Walter Veltroni

Ei fu Walter Veltroni

Non ho mai capito questa moda di mettersi a piangere quando uno se ne va. Soprattutto se uno se ne va perché incapace di stare di dove sta, come nel caso dell’ex segretario del Pd Walter Veltroni. Lo avevano eletto con le primarie bulgare per darsi una speranza, una luce dopo il fallimento dell’Ulivo prodiano, per cadere in piedi alle Politiche ormai alla porta ed invece ha cannato tutto. Dalla A alla Z non è stato proprio un bel vedere anche per chi la pensa diversamente.

Ha abbandonato Rifondazione comunista per prendersi come alleato Di Pietro. Ha fatto fuori Prodi per pigliarsi come nemico D’Alema. Ha preso a modello di riferimento Obama ma almeno prendesse un po’ di sole, questo pallido Pd. E giù tutti a piangere e a dire che Veltroni è un capro espiatorio e quelli del Pdl a trattenersi dal commentare perché non è bello piangere della disgrazie altrui, anche se si sono rivelate manna per la maggioranza. L’auspicio è che qualcuno se ne esca con un “grazie Uolter!”.

Invece sono solo fazzoletti umidi per uno che nella vita ha avuto sempre il paracadute.

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...