C’è la crisi, ma non per loro

Alla cortese attenzione del presidente del Consiglio, on. Silvio Berlusconi, e del ministro dell’Economia, on Giulio Tremonti:

d’accordo che c’è la crisi e che vanno protette le famiglie e le aziende, ma non sarebbe anche una buona cosa ridurre lo stipendio di parlamentari e ministri, visto che siamo tutti chiamati a fare delle rinunce e che lor signori sono i rappresentanti di coloro che sono chiamati a farle queste rinunce?

In fede,

uno dei tanti che deve fare i conti con il portafoglio.

1 Commento

Archiviato in Politica

Una risposta a “C’è la crisi, ma non per loro

  1. testabislacca

    Ciao Ringo: questa la sottoscrivo in pieno.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...