Mini, ma altamente incazzato

Renato Brunetta, ministro per la Funzione pubblica, è molto dispiaciuto: Furio Colombo lo ha definito “mini-ministro” e il professore veneto ha subito alzato la voce ai microfoni di Radio Radicale: mi dispiace molto perché vedo del razzismo in Furio Colombo. Sono disposto a discutere con lui di economia e di politica, se però si comporta come un razzista devo dire che non ho tempo per contrastare il razzismo di questo tipo. E non si è fermato qui: le sue origini razziali potrebbero far dire molte cose, ma io amo gli ebrei.

Che Brunetta fosse un sanguigno lo si sapeva, che Colombo a volta fosse un po’ pirla pure.

4 commenti

Archiviato in Politica

4 risposte a “Mini, ma altamente incazzato

  1. Pingback: Brunetta: licenziamenti per i falsi malati « Berlusconi IV, il governo che cambierà l’Italia

  2. vincenzo

    Beh, definire un malato mini ministro è antipatico, in fondo di sventura si tratta e va rispettata. Certo che Brunetta un po’ se la cerca, infatti la sua arrabbiatura contro il mondo e i lavoratori normodotati, presta il fianco a commenti. E’ inevitabile pensare che la rabbia gli provenga dalla poca generosità, nei suoi confronti, di madre natura. Credo ci siano anche degli studi di settore, a tal proposito.

  3. CARMELA B

    Sono un’impiegata statale, una di quelle stupide però, che è andata a lavorare anche con una gamba ingessta, dopo un intervento ai legamenti e ancora in malattia! Ridete pure c’è chi lo fa!!! Questo episodio dimostra poco, ma posso assicurarvi che c’è più di qualche cretino che fa l’impiegato pubblico e si reca a lavorare anche quando è malato, ed è proprio per questo che il decreto Brunetta non è accettabile perchè come al solito si fa di tutta l’erba un fascio. nella Pubblica Amministrazione purtroppo bisogna cominciare a colpire direttamente i “COLPEVOLI” cioè coloro ce da anni sfruttano il loro posto di lavoro per fare i propri porci comodi, per fare le ferie stando malati ecc. ecc. Queste cose in alto si sanno, con le varie statistiche oramai tutte le banche dati dei Ministeri sono aggiornate ed avendo qualche dirigente scrupoloso e coscienzioso si può fare la lotta ad personam, quindi liberare qualche posto per chi è disoccupato ed ha una famiglia da mantenere. Però attenzione ai dirigneti, devono sapere quello che fanno e non essere i soliti uomini da quattro soldi che si affidano alle dicerie ed alle ruffianerie dei lecchini di turno, ogni tanto dovrebbero alzare il culo e sollevare lo sguardo a quello che fanno o “non” fanno i suoi impiegati ed ascoltare quando qualcuno va riferire che viene tenuto senza fare niente, perchè deve essere tenuto all’oscuro dagli altri colleghi su quello che avviene in Ufficio. Sono queste e tante altre le cose da verificare nella P.A., non basta un decreto per sistemare tutto, tanto chi è lavativo troverà ancora una volta il modo per vare il suo bel certificato ed inventarsi una serie di malattie intoccabili.
    Auguri Carmela B.

  4. MALGOVERNO NELLA P:A:in quel di Castelraimondo serve maggiore vigilanza e controllo sul territorio.Dal febbraio 2002 l’amministrazione comunale tiene,illegittimamente demansionato,estromesso,eliminato dall’ufficio il comandante dei vv.uu;(uno dei quattro dipendenti comunali laureati,di ottima condotta morale e civile,incensurato,senza alcun procedimento penale o giudiziario a carico),sostanzialmente senza fare quasi niente,a spese del contribuente.(Vedere sentenza immediatamente esecutiva,in internet,alla voce DEMANSIONAMENTO CAMERINO)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...