Archivi del giorno: febbraio 18, 2008

La vecchia coperta

Pierferdinando Casini ha deciso di correre in solitaria e, da galantuomini quali siamo, non ci resta che porgergli i nostri auguri. Non che abbia sorpreso molti, soprattutto è improbabile che abbia colto di sorpresa Berlusconi. Magari ha stupito se stesso, di certo non il Cav. anche se ciò non toglie che il leader del Pdl non abbia grattacapi nuovi per la testa.

La mossa di Casini non sorprende perché, in un momento in cui si auspica un decisivo cambiamento partitico, il nostro si è ricordato di essere uomo della Dc, vecchio stampo nonostante la faccia giovanile (e non giovane) che mostra ai suoi interlocutori. Quanto pesa realmente l’UDC, ahinoi, lo scopriremo a giochi fatti, dopo le elezioni di aprile. L’auspicio è che non valga alcunché, ma qui stiamo parlando di Italia, dove la gente reclama rivoluzioni a grande voce, poi si tiene stretta la vecchia coperta.

Al tentennare del nuovo che non avanza, preferiamo di gran lunga il coraggio di Gianfranco Fini, deciso come non mai, o per lo meno sembra, a dare un tono alla destra di quaggiù. La fiamma va in soffitta? Pazienza, gli anni scorrono e i tempi cambiano, anche nel Paese della vecchia coperta. Il ragionamento politico del presidente di AN fila liscio come l’olio: per restare competitivi, bisogna seguire l’unico politico che fa della competizione il suo motto di battaglia. Magari restandogli talmente vicino da costruire un partito in comune come logica comanda(va) da tempo. Dal ’94, tanto per intenderci.

2 commenti

Archiviato in Politica