My new endorsement

Non c’è come vederlo con i propri occhi: il mondo dell’informazione è impregnato di spirito progressista. Se il diritto di voto, per qualche disgrazia umana (non divina perché Dio non ci vorrebbe così male), venisse concesso solo ai giornalisti, bipolarismo e alternanza andrebbero a farsi benedire con buona pace degli stessi scrivani di sinistra che tanto hanno a cuore questi progressisti concetti.

Per chi la pensa diversamente e dimostra un sano spirito di autoconservazione la storia si fa interessante: lasciar perdere sarebbe vigliacco, usare la testa invece un buon antidoto per rimanere come si è.

D’altra parte è ormai chiaro ai nostri lettori che da queste parti vigono alcune regole comportamentali: orgoglio, amicizia fraterna, sofferenza, preghiera, violenza regolata, faccia a faccia e tanto rispetto. Sono regole più che valide, proprie degli individui che credono prima di tutto nei singoli e poi nella società. Regole che rendono un individuo enorme in mezzo a tanti piccoli che si credono grandi.

Dopo tutto, l’apparenza inganna.

3 commenti

Archiviato in (new)media

3 risposte a “My new endorsement

  1. ringo83

    Sono un nuovo studente di una scuola di giornalismo. Forse ora riesci ad intendere meglio il post. Scritto di getto. E poi non chiedere a me: come diceva Guareschi, dopo che ho scritto una cosa non è che mi si deve chiederne il senso.

  2. ah, adesso si

    anyway, best of luck!

    ciao,
    nullo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...