ll nuovo partito? Io l’8 settembre scrivevo che…

Qui di seguito trovate la brutta del tema che ho svolto lo scorso 8 settembre per l’esame scritto di ammissione all’Istituto Carlo De Martino di Milano. Rileggendola, tra cantonate e altre errate considerazioni, trovo che quanto sta accadendo in queste ore il sottoscritto lo aveva previsto con due mesi e passa di anticipo. Poi è andata a finire come è andata a finire, ma un po’ me la tiro e andrò in giro a vantare un personalissimo occhio di falco.   

La costituzione di un partito unico nel centrosinistra ha aperto nuovi scenari anche nella Casa delle libertà e ha messo i suoi leader di fronte ad un nuovo problema: come affrontare il prossimo Pd? A questa domanda su aggiunge il ruolo del trascinatore della coalizione di minoranza, Silvio Berlusconi. Si ritirerà della leadership o continuerà a pretendere un posto in prima fila? 

E’ stato lo stesso Cavaliere a dettare i nuovi tempi del centrodestra affidando all’astro nascente Michela Vittoria Brambilla il delicato ruolo di costituire una base territoriale e nazionale attraverso i Circoli della libertà e facendole depositare nome e logo dell’ipotetico Partito delle libertà. Ipotetico e, attualmente, improbabile considerate le posizioni degli altri leader della Casa delle libertà. 

Pierferdinando Casini non pare dell’umore giusto per intraprendere questa avventura. In questo primo scorcio di legislatura l’ex presidente della Camera ha più volte preso le distanze dal resto della coalizione, attirandosi le critiche dei colleghi e le sfuriate di Berlusconi. Pur ricordando che è impensabile un suo passaggio nella maggioranza, Casini è l’uomo di mercato nel campionato politico in corso. Rutelli ha parlato di “alleanza di nuovo conio” per il Pd e l’Udc sembra il reale obiettivo della nuova strategia. 

Anche la Lega di Umberto Bossi ha le idee chiare a riguardo. Il popolo del nord faticherebbe a digerire un totale inglobamento della Lega in un partito unico e questo Berlusconi lo sa, al punto che il suo vice Giulio Tremonti è da sempre impegnato nei colloqui con l’alleato più scalpitante. Dunque un’unica formazione con la Lega al suo interno è davvero improbabile, mentre una federazione ed una comunione di intenti su alcuni temi chiave (sicurezza, fisco e immigrazione) sembrano essere più plausibili. 

A questo punto rimane solo il grande interrogativo di Alleanza Nazionale. Questa estate Gianfranco Fini ha dovuto fare i conti con l’uscita di Storace, esponente dell’anima sociale del partito. I suoi colonnelli non sono più fedeli ed obbedienti come prima e An continua a perdere voti a vantaggio di FI. Forse è per questo motivo che Fini è il più disponibile ad una unione tra i due pilastri del centrodestra. Da una parte metterebbe i suoi di fronte a nuove responsabilità, distogliendoli dalle beghe interne; dall’altra potrebbe presentarsi come il futuro candidato del Pdl. Il rischio di una simile azione è di smarrire l’identità della destra, di quella più conservatrice in special modo. Ciò non toglie che una nuova forma di conservatorismo italiano non possa trovare spazio proprio nel Pdl. La svolta sarkoziana di Tremonti, annunciata durante una lezione alla scuola estiva di Forza Italia, sarebbe di buon gradimento da parte dell’eterno delfino di Almirante. Senza dimenticare che il primo a parlare di partito unico fu proprio Fini. 

E Forza Italia? L’esperienza dei Circoli della Brambilla non piace a Tremonti che teme di essere spodestato dalla sua posizione di capitano in seconda. Bondi le dedica poesie, ma non la invita a Gubbio quando il tema della tre giorni ruota proprio attorno all’identità di Forza Italia. Viene spontaneo pensare che parte del partito berlusconiano non voglia mischiarsi alle altre realtà, siano esse i Circoli o altri gruppi, finiani compresi.  A questo punto pare che l’unico a volere un cambiamento sia il solo Berlusconi, capace di attirare i consensi che gli occorrono tra gli elettori.

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...