Archivi del mese: novembre 2007

Trinariciuti

  La ridicola situazione della politica italiana, con un governo moribondo tenuto in vita a dosi di morfina e una opposizione che si mette a litigare come fanno i bambini quando scelgono chi vogliono nella propria squadra prima della partita di pallone, è la replica perfetta della società che abita in questo dannato Paese. Ormai siamo alla frutta. E non aspettiamoci nemmeno un digestivo per acquietare lo stomaco dopo un pranzo pesante e andato di traverso.

  Della vicenda Miss Delta sappiamo tutto, nel senso che non sappiamo niente (molto probabilmente non c’è niente da sapere). Il circuito mediatico però ha già condannato la Bergamini come sempre accade quando si accendono le telecamere in questo dannato Paese. Prendiamo gli ultimi eclatanti casi di omicidio, Perugia e Garlasco: prima ci scappa il morto, poi arrivano gli inquirenti, infine i giornalisti. E il colpevole di turno finisce dietro le sbarre, per poi chiedere scusa dal momento che mancano arma del delitto e movente. Il fatto è che ormai in questo dannato Paese la gente si aspetta che la televisione risolva ogni cosa: come in CSI e surrogati, escludendo a priori il ragionamento. Solo che a Las Vegas hanno Grissom e allora là le cose tornano, da noi partono e si disperdono nei dubbi.

  La Bergamini, ci dispiace dirlo, è la sfigata di turno capitata sotto i ferri di un pessimo dottore, la società italiana. Fatta, come dice giustamente il nostro socio, di invidia e livore. Pronta subito a puntare l’indice contro l’accusato di turno perché lo dice la televisione e lo dice l’opinione pubblica. Dove aleggia supremo il politicamente corretto partorito, guarda caso, a sinistra. Partorito da quella specie di razza umana antropoligicamente superiore, come ci teneva a ricordare un tale di Repubblica. Guarda caso.

Annunci

6 commenti

Archiviato in (new)media, Giovannino Guareschi, Politica

Certe volte

Certe volte ci sono momenti in cui mando tutto a fanculo. Ditemi che capita spesso anche a voi.

1 Commento

Archiviato in Life

Vengo dal (nord)est

Contagiato da Danny, pure io mi ci sono messo ed è saltato fuori che abbiamo lo stesso accento.

What American accent do you have?

Your Result: The Northeast
 

Judging by how you talk you are probably from north Jersey, New York City, Connecticut or Rhode Island. Chances are, if you are from New York City (and not those other places) people would probably be able to tell if they actually heard you speak.

The Inland North
 
The Midland
 
The South
 
Philadelphia
 
The West
 
Boston
 
North Central
 
What American accent do you have?
Quiz Created on GoToQuiz

Lascia un commento

Archiviato in Life

J’adore

Lascia un commento

Archiviato in Life

Sempre peggio

Wednesday's Front Pages Wednesday's Front Pages Wednesday's Front Pages Wednesday's Front Pages Wednesday's Front Pages

4 commenti

Archiviato in Politica

Un accendino a te, uno a me

  Bisogna saper chiedere scusa. E io lo faccio rivolgendomi a lei. Perché è vero che c’è un sindaco, un parruccone, un socio, un siculo e un po’ di tutto. Ma c’è anche lei, incontrata per la prima volta a Montecatini e poi rivista a Roma.

  Donna in gamba, dal piglio deciso e che sa quello che vuole. Ad esempio un accendino da collezione, tutto verde e con un simbolo vagamente padano.

  Ecco, nella lista delle persone incontrate a Tocqueville Party 2.0 c’è anche lei.

  Ps: è chiaro che queste scuse hanno un solo scopo: che mi venga spedito as soon as possibile un accendino romano 😉

4 commenti

Archiviato in (new)media

Risponderemo “Presente!”

Nella pagina dedicata a Giovannino, una scena di vecchia Italia

Lascia un commento

Archiviato in Giovannino Guareschi